IN UNA, TRE VISITAZIONI

31 Maggio 2016

Maria va dalla cugina Elisabetta, prima visita.

La ricolmata di grazia, baciata dalla grazia di Dio, non ci pensa un attimo… a fronte di un così smisurato dono, precisamente dono infinito, un gesto concreto di umile servizio: la visita alla parente Elisabetta. Atto di cortesia, trasporto solidale tra chi vive nella medesima situazione di gravidanza, visita ad una persona ritenuta bisognosa (atto di misericordia )… comunque la possiamo vedere – forse tutto questo insieme – un gesto di servizio, di umile rispondenza all’umile gesto di Dio che si incarna. L’azione della grazia ci rende “graziosi”.

Ma in Elisabetta, nella meravigliosa ed insondabile comunione che si genera tra una mamma e il bambino che porta in grembo, qualcosa si muove. Trasporto ed esultanza, seconda visita.

Qui c’è restituzione di cortesia, la stessa ricevuta. Ma dice l’evangelista che Elisabetta fu colmata di quello spirito Santo (cfr Lc 1,41),  che su Maria all’annunciazione era stato promesso discendere (cfr Lc 1,35). Non una restituzione di cortesia qualsiasi, ma quella che nasce dallo Spirito Santo che colma Elisabetta, non senza la testimonianza di Maria. Restituzione di cortesia che nasce da una testimonianza, da un annuncio del quale protagonista è lo Spirito Santo. Uno spirito che agisce nelle più intime situazioni umane: due parenti, molto probabilmente amiche, due mamme e i loro due bambini in grembo. Tutti agiti dalla potenza comunionale dello Spirito Santo.

Ma chi mette in moto tutta questa reciprocità di visitazioni è Gesù, terza visita. “A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me”. Nel movimento di Gesù che si fa uomo e pellegrino, che visita l’umanità, lo stesso movimento creatore  del Padre Creatore, che da forma fin da principio a tutto ciò che è umano. Coraggio di Dio e dell’uomo.

Quanta umanità in questa stupenda reciprocità di attenzione, gentilezza e capacità di mettersi al primo posto l’un l’altra! Una umanità così può essere tale solo in Gesù Cristo.

Credo negli esseri umani che hanno il coraggio, coraggio di essere umani (Mengoni)

In una, tre visitazioni!

Annunci

Un pensiero su “IN UNA, TRE VISITAZIONI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...